NEURONI ORGANIZZATIVI: A COSA SERVE?

NEUROSCIENZE E MANAGEMENT

Comprendere cosa accade a livello cerebrale quando le persone sono motivate nel lavoro ha consentito di evidenziare la corrispondenza tra network cerebrali attivi e risultati economici.

Gli studi di questi ultimi anni in neuroscienze hanno contribuito a migliorare la conoscenza del funzionamento del cervello e derivarne elementi che possono affiancarsi alle discipline manageriali per una più efficace gestione delle persone, delle decisioni e dei cambiamenti organizzativi. La ricerca scientifica offre alle “soft skill”  quel fondamento utile a trasformarle in “hard  skill”. Neuroni organizzativi, portando questa conoscenza in azienda, ha lo scopo di contribuire sia al benessere delle persone sia ai risultati organizzativi.

LO SAI CHE...?

CERVELLO DIVISO

IL CERVELLO COME ANALOGIA

Il cervello: un kilo e mezzo di immensa profondità e di infinita meraviglia che contiene tutti i nostri pensieri, le nostre immagini, le fantasie, i sogni e persino le emozioni contraddittorie e che, con la sua organizzazione, consente di trasformare i sogni in pensieri, i pensieri in progetti e scopi, gli scopi in azioni e  le azioni in risultati. Come fa? AGISCE COME UNITA’  E INTEGRA VELOCEMENTE LE DIFFERENZE. In tal senso, il cervello diventa metafora dell’organizzazione e l’organizzazione cerebrale diventa affascinante e misterioso esempio da cui forse trarre originali lezioni manageriali.

 

Velocità a cui corre l'informazione nel cervello

Il Cervello è più esteso del Cielo
Perché mettili fianco a fianco
L’uno l’altro conterrà
con facilità e Tu accanto
Il Cervello è più profondo del mare
Perché tienili Azzurro contro Azzurro
L’uno l’altro assorbirà
Come le Spugne i Secchi assorbono
Il Cervello ha giusto il peso di Dio
Perché Soppesali Libbra per Libbra
Ed essi differiranno se differiranno
Come la Sillaba dal Suono
Emily Dickinson

 

Industry 4.0 – Homo Sapiens 5.0

Incontro stimolante ieri alla Casa della Psicologia con il Dr. Seghezzi, DG di ADAPT, per discutere del ruolo dello Psicologo nell’industria 4.0: ...
Read more

RISORSE UMANE, MENO UMANE E PIÚ DEMENTI?

L’uso della tecnologia ci può rendere dei dementi: l’uso in eccesso di media digitali rende il cervello incapace di produrre concentrazione, scoraggia studio, apprendimento, riflessione e approfondimento.

Read more

Andare in vacanza è un cambiamento tosto, ma com’è che non “resistiamo al cambiamento”… anzi?

Come mai non resistiamo a tutti i cambiamenti causati dalle vacanze? Anzi, li cerchiamo attivamente e ci mobilitiamo solerti e baldanzosi?

Read more

IL MONDO SAREBBE MIGLIORE SE DECIDESSIMO COME ROBOT?

Chi sceglie per noi quando scegliamo? Servono le emozioni nelle decisioni? A cosa? test!

Read more

Giustizia ed equità (anche al lavoro) hanno il sapore del cioccolato

“Da quando è arrivato questo nuovo capo le cose sono cambiate: io, per esempio…

Read more

“Ah ah! Experience”…what else?

Attraverso la sollecitazione di insight è possibile ottenere migliori risultati nella formazione, nel change, nel feedback e nella relazione tra capi e collaboratori. Perché? Come?..

Read more

Soft Skill a chi?

Cronaca di una fine annunciata: sei mesi fa inizio un lavoro con un’azienda, in un clima favorevole e di fiducia poi improvvisamente qualcosa cambia..

Read more

Fear & Co. Spa

La paura in azienda sviluppa risultati o saccheggia risorse? Sotto l’effetto dell’ansia, della paura e dello stress diamo il peggio..

Read more

Mi sento una scimmia ammaestrata

Lettera a Galimberti tratta da D di Repubblica di Sabato 7 Novembre 2015 “Mi sento una scimmia! Ho lo stesso margine di autogestione di una scimmia...
Read more

L’ossitocina, ormone della fiducia, produce ricchezza in azienda

Inizio dalla fine: è ora scientificamente dimostrato che quando l’ossitocina circola negli ambienti di lavoro si produce ricchezza economica. Ecco...
Read more
Share This